Due villette, una blu e una rossa, hanno i giardini confinanti. Qui si trovano due gruppi contrapposti di nani da giardino: i blu e i rossi. Fatti di coccio, i nanetti sono statuette quando vi sono delle persone che possono vederle, ma quando si trovano da soli ne combinano di tutti i colori, facendo gare su tosaerba e danneggiando il giardino del gruppo avversario, in una faida che va avanti da molto tempo. Gnomeo, figlio della gnomessa a capo dei blu, e Giulietta, la figlia del capo dei rossi, si incontrano per caso e si innamorano, scoprendo soltanto dopo il rispettivo colore, che li dovrebbe vedere come nemici. Ma l’amore è più forte e va oltre ogni colore e fazione…


Simpatico remake digitale, di Walt Disney Pictures, della storia di Giulietta e Romeo. I buffi nanetti sono attorniati da altre immancabili decorazioni dei giardini all’americana, come i fenicotteri rosa e il cerbiattino, la rana che spruzza acqua e l’immancabile tosaerba, meglio se super potente, tutti quanti ovviamente animati. L’irriverente e bizzarra comicità strizza l’occhio al detto ‘l’erba del vicino è sempre più verde’, e le battute sono veloci e divertenti. D’altra parte la regia è di Kelly Asbury, regista anche di Shrek 2. Non mancano i momenti di maggior romanticismo, come è d’obbligo.

L’amore di Giulietta e Gnomeo diventa il motore per una scatenata guerra tra i due gruppi di gnometti da giardino, senza esclusione di colpi e di cappelli a punta. Simpatica la trovata della statua di Shakespeare che commenta le vicende raccontategli dallo stesso Gnomeo, che hanno un finale ben più tragico nell’opera dell’autore piuttosto che in questo film. Colonna sonora con alcuni successi di Elton John, e doppiaggio per la versione americana da parte di un cast di tutto rispetto (Emily Blunt, James McAvoy, Michael Caine, Jason Statham e Ozzi Osbourne sono solo alcuni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *